Luoghi e Tradizioni

Una giornata in Liguria

La mattinata ha inizio come hanno spesso inizio le mie giornate: con un viaggio sul treno, direzione Liguria.
La giornata pare essere delle migliori, fa caldo e arrivata a Genova mi ritrovo a respirare una leggera brezza marina.
Ma la meta non è ancora stata raggiunta, ci dobbiamo spostare a Recco, che tutti conosceranno per la famosa focaccia al formaggio.
Ed è proprio quest’ultima che decidiamo di gustare a La Baracchetta di Biagio, un locale che oggi non ha quasi più nulla che ricordi la baracchetta, che dicono fosse un tempo, ma un posto carino e rilassante dove poter pranzare in compagnia e assaggiare la mitica focaccia al formaggio e le focaccette fritte. Ma non solo: anche focaccia pizzata, torta di riso, ripieni alla genovese, farinata.

La seconda tappa è invece San Fruttuoso, che raggiungiamo prendendo il battello da Recco, la Linea Blu. Lo aspettiamo nel porticciolo, proprio di fronte alla Baracchetta, mentre osserviamo la città e la spiaggia gremita di turisti.


La Linea Blu è un servizio di linea che collega Recco, Camogli, Punta Chiappa e San Fruttuoso. Una navigazione nel Golfo Paradiso circondati da un paesaggio unico e indimenticabile, con un mare azzurro-verde che fa sognare.
La prima fermata è per l’appunto Camogli, che già avevo visitato in passato, ma che meraviglia poterla vedere dal mare, con tutti i suoi colori!

La seconda fermata è Punta Chiappa: un tempo fulcro delle attività legate alla pesca, questo antico borgo di pescatori è oggi un luogo dove la tradizione della pesca viene valorizzata e divulgata, attraverso i ristoranti e il Museo della Pesca.

Ma ciò che più mi incanta è il colore del mare: starei ore a guardarlo, solo pucciandoci dentro i piedi per sentire un po’ di frescura..L’ultima fermata è a San Fruttuoso, una piccola baia che si insinua tra Camogli e Portofino, situata ai piedi del Monte di Portofino, raggiungibile solo via mare o a piedi, grazie ai sentieri del monte.  S.Fruttuoso di Capodimonte ospita una magica Abbazia risalente all’anno mille, oggi di proprietà dei FAI, intorno alla quale si sviluppano una spiaggetta (libera e libera attrezzata), una chiesa, la Torre dei Doria e poche casette di pescatori che si specchiano nel blu smeraldo del mare, su un fondo verde scuro di pini.

Decidiamo di passare un pomeriggio da turisti in vacanza, optiamo quindi per prendere un posticino nella spiaggetta e goderci un po’ di mare e sole.
Posto ce n’è poco, già la spiaggia è veramente piccola, poi un carnaio allucinante! Ma la scelta ricade su spiaggia libera con noleggio di due sdraio e un ombrellone. Prezzo 10€. Ottima soluzione, considerando dove ci si trova. Posto letteralmente a due passi dal mare, e che mare! Non si può che godersi il paesaggio, ignorare la gente intorno, che comunque non crea caos, farsi un bel bagno prendere un po’ di sole, in una location indimenticabile.

Il battello riparte ad ogni ora, fino alle 19. Alle 18 decidiamo di salutare questo magico luogo e ripartire verso Recco, mentre il sole inizia a calare dietro le montagne.

You Might Also Like

No Comments

Rispondi

CONSIGLIA Liquore alla liquirizia
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: