Primi piatti/ Senza categoria

Risotto Venere con Porri, Nocciole e Salvia

Quando ho scoperto di essere stata abbinata a Ricette Vegolose per il nuovo scambio di ricette tra le mie amiche Bloggalline, mi sono subito lanciata alla ricerca di una ricetta da poter provare e riproporre a modo mio nel mio blog.
Continuo a sostenere questo gioco tra noi proprio perché si scoprono sempre ricette nuove e particolari, a volte semplici, a volte più complesse o dai gusti che non siamo abituati a conoscere, ma che quando scopri sono in grado di lasciarti una piacevole sorpresa per le papille gustative.

Come dicevo, Alice nel suo blog ha tante ricette interessanti, curiose e che ti fanno venire una gran voglia di provarle tutte, una dopo l’altra, dagli antipasti ai dolci.
Il suo è un blog di ricette vegetariane, così come è stata una sua scelta di vita e un percorso di accrescimento personale.
Lei stessa dice:

“In questo spazio racconto la mia cucina basata su ingredienti vegetali ed il mio stile di vita in armonia con la natura.
Per quanto io credo sia la scelta più giusta, allo stesso tempo ritengo che ognuno sia libero di scegliere il proprio modo di essere e di vivere, come scegliamo di ascoltare un certo tipo di musica, vestirci in un certo modo, seguire un certo partito politico, eccetera…Tante volte mi sono sentita dire che i vegetariani/vegani sono dei fanatici, che si comportano come una sorta di conquistatori del mondo, e a tal fine cercano di convertire il prossimo verso la propria scelta, in maniera anche insistente…ci tengo a dimostrare che non è assolutamente vero (almeno, non per quanto mi riguarda).
Ciò che scrivo non vuole intenzionalmente mirare a convertire persone verso la scelta vegetariana, ma vuole solo dimostrare che ci sono degli ottimi ed intelligenti motivi per farne una scelta di vita…io mi limiterò a dare degli spunti, poi ovviamente lascio a chi veramente sia interessato la libertà di approfondire i vari punti.

E con questa introduzione arrivo al punto: frugando tra le ricette di Alice, ho trovato davvero tanti piatti curiosi che avrei voluto provare, e che sicuramente proverò prossimamente, ma quella che voglio proporre anche ai miei lettori è un piatto che già di base mi sta a cuore (e che magari sarete anche stufi di vedere, eppure non resisto 😉 ) ma dai sapori totalmente diversi rispetto ai miei più “tradizionali”.
Stiamo parlando di un risotto (adoro prepararli e gustarli) di Riso Venere, crema di porri, nocciole del Piemonte (un po’ di tradizione della mia terra fa sempre piacere) e salvia croccante.
1Che dire.. una piacevole esperienza gustativa che vi consiglio, se anche a voi piace provare gusti diversi dall’ordinario:
il risotto risulta cremoso e leggermente dolce e croccante (il riso Venere infatti rimane al dente per natura), il porro regala un sapore ancora più dolce, mentre le foglie di salvia e le nocciole equilibrano la dolcezza con i loro sapori decisi e leggermente terracei.
Croccantezza e consistenze diverse nell’insieme sanno regalare un gioco divertente e davvero interessante al palato!

Grazie ancora Alice per la piacevole scoperta!
La ricetta originale la trovate qui

RISOTTO VENERE CON PORRI SALVIA E NOCCIOLE
Ricetta originale di Alice – Ricette Vegolose
INGREDIENTS
  • 150g di riso venere
  • mezzo porro
  • 400ml di brodo vegetale
  • foglie di salvia
  • 2 cucchiai di nocciole sgusciate
  • 1 cucchiaio di lievito alimentare in scaglie (o pecorino grattugiato) -io ho usato una noce di burro-
  • sale, pepe
  • olio evo q.b.
INSTRUCTIONS
  1. Mettete da parte un pezzo lungo 4-5 cm della parte più bianca del porro per la decorazione, affettate grossolanamente il resto e fatelo cuocere in padella antiaderente a fuoco moderato con un filo di olio. Se i porri tendono ad asciugare troppo, aggiungete del brodo vegetale.
  2. Mentre i porri cuociono tritate leggermente le nocciole e fatele tostare, sul fuoco in una padella antiaderente a fuoco alto per 5 minuti o nel grill del forno, sempre per 5 minuti.
  3. Quando i porri si saranno inteneriti, toglieteli dal fuoco e frullate il tutto per ottenere una crema liscia. Insaporite la crema di porri con sale e pepe a piacere.
  4. In una padella mettete un filo generoso di olio evo e delle piccole foglie di salvia; mettetele su fuoco medio e, appena le foglie diventano croccanti, toglietele dalla padella e mettetele ad asciugare su un pezzo di carta da cucina.
  5. Nella stessa padella dove avete rosolato la salvia mettete il riso Venere e fatelo tostare, rigirandolo per qualche minuto.
  6. Portate a cottura il riso aggiungendo brodo vegetale poco per volta e proseguendo la cottura a fuoco basso per circa 25 minuti.
  7. Mentre il riso cuoce prendete il porro lasciato da parte e tagliatelo a fettine spesse circa 3-4 mm. Cuocete le fettine nella stessa padella dove avete cotto i porri utilizzati per fare la crema. Mantenete il fuoco al minimo, aggiungete un goccio di acqua (o brodo, se è rimasto) per non farle attaccare. Appena diventano tenere toglietele dal fuoco. (Io ho saltato questo passaggio per cambiare leggermente la ricetta e la presentazione del piatto)
  8. Trascorsi 25 minuti di cottura del riso Venere, unitevi la crema di porri, se necessario pochissimo altro brodo vegetale e proseguite la cottura per 5 minuti.
  9. Togliete il riso dal fuoco e mantecatelo con il lievito alimentare (o il pecorino). Io ho usato il burro.
  10. Impiattate il risotto decorando con le fettine di porro (che non ho usato), le foglie di salvia croccanti e la granella di nocciole tostate.

2

4

3

 

You Might Also Like

2 Comments

  • Reply
    ricettevegolose
    5 febbraio 2016 at 21:44

    Hai rifatto la ricetta ad arte e sei stata carinissima a parlare non solo della ricetta, ma anche un po’ di me! Anche io adoro questo gioco di scambio perché apre i nostri orizzonti facendoci scoprire oggi un ingrediente nuovo, domani un’abbinamento mai provato, e soprattutto nuove amiche ifoodies 🙂 E a questo proposito sono davvero contenta di averti conosciuta! Un abbraccio, a presto :*

    • Reply
      Francesca Guglielmero
      5 febbraio 2016 at 22:04

      Ciao Alice,
      Per me lo scambio non è solo di ricette, ma anche di valori e conoscenze, per cui mi piace una volta che sono abbinata ad una foodblogger conoscerne gli interessi che l’hanno spinta ad aprire un blog e le motivazioni, le idee, i pensieri che stanno alla base di ogni ricetta pubblicata.
      Anche io sono contenta di averti conosciuta grazie a questo semplice gioco, mi hai fatto scoprire tante nuove cose molto interessanti che sicuramente mi saranno utili in futuro. Spero di rileggerti presto, un abbraccio!

    Rispondi

    CONSIGLIA Plumcake al gelato
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: