Curiosità/ Pane e Co.

Bagel con salmone affumicato, crema di formaggio e songino

bagel2copi

Re-Cake 2.0, questo mese mi fa contenta regalandomi una ricetta salata che volevo provare da tempo: i Bagels!
Ma cosa sono?

Il Bagel è un pane molto popolare in America del Nord, ma con mia grande sorpresa scopro che le sue origini sono europee!
Ebbene si, perché  pare che queste ciambelle di pane furono fatte per la prima volta nel 1683 da un panettiere ebreo di Vienna in onore del re di Polonia, come ringraziamento per aver salvato la popolazione austriaca dall’invasione turca. Poichè il re era un appassionato cavaliere, il panettiere diede al pane la forma di una staffa –beugel in austriaco.

In realtà il bagel è molto più antico, e appartiene alla tradizione culinaria degli ebrei aschenaziti, antichissime comunità ebraiche nate nella valle del Reno ancora prima dell’anno Mille, i cui discendenti si sono poi stabiliti nei paesi dell’Europa nord-orientale, formando nuove comunità soprattutto in Polonia, Ucraina e Ungheria.
Il bagel nasce a Cracovia nei primi anni del Seicento e, almeno all’inizio, è il cibo riservato alle donne prossime al parto. Il nome “bagel” deriverebbe dalla parola tedesca Bügel, che significa appunto “staffa”: questo perché, essendo fatti a mano, non sempre queste ciambelle riuscivano ad avere una forma perfettamente rotonda. Tuttavia, questo particolare pane supera ben presto i confini delle comunità aschenazite e, nell’arco di un centinaio d’anni, viene ufficialmente dichiarato come uno dei pilastri della cucina nazionale polacca e, più in generale, della dieta slava.

Quando nel 1800 le migliaia di ebrei europei emigrarono nell’America del Nord portarono con loro questa specialità.(cit. http://www.bagels.sm/cosa-sono-i-bagels e http://www.breakfast-reviews.net/scheda/bagel-storia-panino-bollito/)

La particolarità dei bagels sta nella sua forma ad anello e nel metodo di cottura che conferisce loro la struttura morbida, leggermente gommosa all’interno e la crosta lucida. Il bagel infatti  è molto probabilmente l’unico pane che viene bollito in acqua (zuccherata) prima di essere cotto in forno.
I bagels sono spesso farciti di cream cheese e sono una colazione tipica per i newyorkesi, ma possono essere farciti a piacimento, risulteranno comunque particolarmente buoni 😉

Piccola curiosità: il 9 Febbraio di ogni anno si celebra il Bagel Day, dove non solo è lecito sbizzarrissi, ma è anche quasi obbligatorio gustare quanti più sapori possibili.

Re-cake propone per noi la ricetta presa da un blog polacco: http://www.burczymiwbrzuchu.pl/2013/08/sniadanie-do-ozka-111-bajgle-z-wedzonym.html?m=1 e noi la proviamo con tanta curiosità!

BAGEL CON SALMONE AFFUMICATO, CREMA DI FORMAGGIO E SONGINO
Ricetta per Re-cake 2.0
INGREDIENTS
  • Per i Bagel:
  • 400g Farina Integrale
  • 50 g di Farina tipo pane (manitoba)
  • 2 cucchiaini di Lievito di birra secco o 10 g di lievito di birrafresco
  • 1 cucchiaio di Zucchero
  • 1 cucchiaino di Sale
  • 280-300 ml di Acqua tiepida
  • 1 Tuorlo
  • Semi di Sesamo o Papavero
  • Per la Farcia
  • 100 g di Salmone affumicato
  • 250 g di Ricotta magra
  • 2-3 cucchiai di Yogurt bianco naturale
  • 5 Pomodori secchi
  • ¼ Peperoncino
  • 3 cucchiai di erba cipollina tritata
  • Germogli a piacere
  • 1 Spicchio d’aglio (facoltativo per il formaggio)
  • sale, pepe
INSTRUCTIONS
  1. Per i Bagel:
  2. Versare la farina in una ciotola (non setacciare la farina integrale!), aggiungere lo zucchero, il lievito e il sale, a poco a poco versando acqua tiepida, ma non calda, cominciare ad impastare.
  3. Quando l’impasto sarà omogeneo e sodo metterlo in una ciotola leggermente unta, coprirlo con pellicola e lasciarlo in un luogo caldo a lievitare per 1 ora e mezza circa.
  4. Togliere l’impasto dalla ciotola, spolverare con farina il piano di lavoro, stendere l’impasto con un mattarelli, dividerlo in 6 parti, da ciascuna di esse formare una pallina, leggermente schiacciata (con un diametro di 7-10 cm).
  5. Mettere ogni pallina su una teglia foderata con carta da forno.
  6. Creare un buco al centro di ogni pallina aiutandosi con un bicchiere e allargando il buco tirando verso l’esterno con un dito, coprire con un panno e far lievitare in un luogo caldo per 30 minuti.
  7. Riempire una pentola capiente di acqua, aggiungere un cucchiaio di zucchero, quando l’acqua inizia a bollire, mettere i bagel e bollire per un minuto su ogni lato, quando i Bagel sono pronti scolarli e metterli su una griglia ad asciugare (ci si può aiutare tamponando con un tovagliolo di carta).
  8. Scaldare il forno a 200 °C.
  9. Spennellare la superficie dei bagel con il tuorlo e cospargere con semi di sesamo o papavero, cuocere per 15-18 minuti o fino a quando saranno dorati (io li ho cotti per 25 minuti).
  10. Sfornare e lasciar raffreddare su una griglia da cucina.
  11. Per la Farcia:
  12. Mettere la ricotta in una ciotola e lavorarla con l’aiuto di una forchetta.
  13. Aggiungere lo yogurt bianco, i pomodori secchi tritati, l’erba cipollina e paprika.
  14. Se si vuole si può aggiungere alla ricotta anche l’aglio finemente tritato, aggiustare di sale e pepe e mescolare bene.
  15. Spalmare il formaggio cremoso sulla parte inferiore del bagels, farcire con una fetta di salmone affumicato e cospargere con succo di lime o limone.
  16. Si possono aggiungere sopra al salmone pomodori secchi germogli, coprire poi il tutto con la parte superiore del bagel. Io ho preferito usare germogli e songino, senza i pomodori secchi.

bageluff

prova

 

Con questa ricetta partecipo al RE-CAKE 2.0 #11 – FEBBRAIO 2016

Bagel-Recake-212x300

You Might Also Like

8 Comments

  • Reply
    Tatiana
    26 febbraio 2016 at 8:16

    Ecco una delle merende preferite da mio figlio! Innamoratissimo del salmone in qualsiasi forma…crudo, affumicato, appena scottato…mi sa che questa volta glieli faccio i bagels: ne avete proposti troppi e magnifici per riuscire a nasconderglieli 🙂
    Inoltre mi è piaciuto conoscerne le origini… mai e poi mai avrei immaginato che dietro un semplice pezzo di pane vi fosse tanta storia!
    Un bacio!

    • Reply
      Francesca Guglielmero
      26 febbraio 2016 at 11:15

      Capisco benissimo tuo figlio, anch’io adoro il salmone, sia esso crudo, cotto, scottato, affumicato.. gnam!
      Per quanto riguarda la storia, c’è sempre da imparare, nemmeno io ero a conoscenza delle origini del bagel e devo dire, mi sono sorpresa!
      Grazie ancora una volta per essere passata a commentare, un abbraccio! Francesca

  • Reply
    Claudia
    27 febbraio 2016 at 8:53

    Che bella questa foto! Sono meravigliosi 🙂 non sapevo nulla delle loro origini e non li ho nemmeno mai fatti. Molto brava tu, me li appunto 😀
    smuack :*

    • Reply
      Francesca Guglielmero
      27 febbraio 2016 at 9:54

      Ciao Claudia, ti ringrazio!
      Io direi Viva Re-Cake che mi ha dato un’occasione per conoscerli e provarli! Meritano!
      Un abbraccio

      Francesca

  • Reply
    sara
    2 marzo 2016 at 10:51

    Grazie per aver partecipato 🙂

  • Reply
    ricettevegolose
    2 marzo 2016 at 17:39

    Questi meravigliosi bagel stanno invadendo il web e la mia voglia di provarli sta aumentando sempre più 😛 Devo studiare una farcitura adatta a me (vegetariana), ma credo non sarà difficile 🙂 Un abbraccio!

  • Rispondi

    CONSIGLIA Plumcake al gelato
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: