Dolci

Pancake al farro con miele e pesche

Buongiorno, buon venerdì e buona giornata a tutti! Questa mattina mi sono svegliata presto, per approfittare del fresco e con un’idea che già circolava in testa da un po’ di giorni.. voglio fare i pancake! Non li preparavo da un sacco, ma non volevo esagerare e rovinare definitamente la mia solita dieta che cerco più o meno di seguire, così ho provato a usare una ricettina un po’ diversa e più leggera, con meno sensi di colpa 😉

I classici pancake americani sono assolutamente grassi e calorici, composti da burro, farina, latte, zucchero, uova, per non parlare dello sciroppo e il burro di accompagnamento, o le uova e il bacon! No no no no, non ce la posso fare. Sento il mio corpo ribellarsi al solo pensiero, il dietologo che urla disperato e straccia la sua laurea.. devo resistere e preparare qualcosa di leggero ma comunque buonissimo!

Ed ecco che, dopo questa lista di ingredienti da libro nero e assolutamentissimamente vietati, vediamo quelli che ho impiegato io..

– 150g di farina di farro bio
– 60g di zucchero di canna
– 200ml di latte (preferibilmente di soia)
– 1 cucchiaino di olio di semi di girasole
– 1 cucchiaino di lievito per dolci

Si, avete capito bene! Niente uova! Niente burro!
Ma vi assicuro che vi piaceranno davvero, davvero tanto!

Procedimento:

Mettiamo in una ciotola la farina, il lievito e lo zucchero. Mescoliamo per amalgamare bene e lentamente aggiungiamo il latte, a filo, per non rischiare di fare i grumi. Aggiungiamo per ultimo l’olio, mescoliamo ancora un po’ e poi lasciamo la pastella a riposare per mezz’ora.
Riscaldiamo la padella, o crepiere, bagniamo il fondo con una spennellata di olio e quando sarà bella calda, versiamoci un bel mestolo di pastella. Mi raccomando, fate attenzione che la padella sia caldissima, piuttosto alzate un po’ il fuoco prima di iniziare a cuocere i pancake, poi abbassate al minimo per non farle bruciare. In questo modo, la superficie del pancake verrà di quel classico colore marroncino uniforme. Quando compariranno le bolle e i bordi inizieranno ad asciugarsi, girate i pancake e continuare la cottura dall’altro lato. Una volta pronti, serviteli uno sull’altro, cospargeteli di miele d’acacia e accompagnateli con un ventaglio di fette sottili di pesca. Vi assicuro che, nell’insieme, risulteranno un piatto buonissimo e incredibile! A piacere, anche un po’ di zucchero a velo, che sui dolci fa sempre piacere 😉

pancake3pancake2

You Might Also Like

13 Comments

  • Reply
    Francesco Diliddo
    24 luglio 2015 at 11:23

    da
    provare!

  • Reply
    Grembiule da cucina
    24 luglio 2015 at 12:01

    Questi sono davvero per tutti!

    • Reply
      Maccaroni Reflex
      24 luglio 2015 at 12:03

      Esatto! E nessuno si può sentire in colpa, non stavolta! 😉

  • Reply
    Culturefor
    24 luglio 2015 at 12:58

    Buonissimi! Credo che sarà la mia colazione di domani…anche se non so se riuscirò a resistere al grassissimo sciroppo d’acero 😉

  • Reply
    momimio
    24 luglio 2015 at 15:02

    Perfetta spiegazione!! 🙂 ultimamente invece di perdere peso, ne ho preso un po. Aspetterò un po prima di mangiarne altri

    • Reply
      Maccaroni Reflex
      24 luglio 2015 at 18:05

      Ti capisco, ma non bisogna farsi prendere dai sensi di colpa e stare male, se si fa un piccolo sgarro a colazione, si cerca poi nel resto della giornata di essere rigidi 😀 io, ad esempio, non ho più mangiato pane o cracker sia per pranzo che cena!

      • Reply
        momimio
        24 luglio 2015 at 22:28

        Ho fatto uguale a cena .. Leggera con pochi carbo! Cerchiamo di rimetterci in riga

  • Reply
    scrittidigusto
    28 luglio 2015 at 16:10

    Da provare quanto prima! Gnaaaammmmm…. Ottima ricetta light!

    • Reply
      Maccaroni Reflex
      28 luglio 2015 at 22:23

      Sono contenta che piacciano così tanto! Se le provi, fammi sapere come ti sei trovata! 😉

  • Reply
    Waffles con yogurt da colazione
    12 marzo 2017 at 9:30

    […] waffles allo yogurt sono l’alternativa ai classici pancakes, tipici della colazione americana, ma altrettanto soffici e speciali. Io ho voluto prepararli allo […]

  • Rispondi

    CONSIGLIA Polpette di tabouleh con mazzancolle e crema di pomodorini confit
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: