Pane e Co.

Pane al farro, con noci e semi

Non è solo una frase fatta, ma una pura realtà: Il pane, che sia cucinato, assaggiato, usato per fare la scarpetta in un piatto delizioso, non riuscirà mai a stancarmi! E’ un piacere vedermelo servire al tavolo di un ristorante, scoprire che sia fresco e di diversi tipi pronti per essere gustati a bocconcini. Mi piace bianco, nero, di noci, olive, rosmarino.
Ma ovviamente, mi piace anche cucinarlo e, ogni volta, sperimentare con dei nuovi ingredienti. Ed ecco che mi ritrovo a preparare un nuovo pane in cassetta, divertendomi nel vedere come l’impasto lieviti bene in due ore di riposo, e come sprigioni un profumo buonissimo mentre cuoce nel forno e diventa bello dorato e croccante in superficie.

Ingredienti:

  • 200g di farina manitoba
  • 300g di farina di farro
  • 1 bustina di lievito per pane Paneangeli
  • un cucchiaino di zucchero di canna
  • 2 cucchiai di olio d’oliva
  • noci (a piacere)
  • 275-300 ml d’acqua tiepida
  • sale
  • semi di papavero, sesamo e finocchio

Setacciate la farina in una terrina larga e mescolatevi il lievito per pane.
Versatevi poi lo zucchero di canna e l’olio. Amalgamate con l’aiuto di una forchetta, aggiungendo poco per volta l’acqua tiepida e il sale. Per ultimi aggiungete i gherigli di noce, tritati grossolanamente.IMG_0474
Lavorate l’impasto sul piano del tavolo infarinato, allargandolo con i pugni chiusi, riavvolgendolo e sbattendolo sul tavolo finché non avrà raggiunto una consistenza elastica e ben uniforme.

A questo punto mettete l’impasto nella terrina infarinata, copritelo con un canovaccio umido e riponete a lievitare il pane in un luogo tiepido (come il forno), per almeno un’ora.

IMG_0488L’impasto sarà così raddoppiato di volume.

Prendete l’impasto, lavoratelo ancora un po’ e poi versatelo in uno stampo da plumcake.

IMG_0498Porre nuovamente a lievitare l’impasto in un luogo tiepido, per un’altra ora.

Dopo la seconda lievitazione, tirate fuori dal forno l’impasto e praticate dei tagli profondi lungo la sua superficie, poi spennellate con l’olio e ricoprite con i semi.
Cuocete il pane per 35-40 minuti, elettrico a 200°, 190° ventilato e, se la superficie dovesse scurirsi troppo, coprite con carta alluminio e continuate la cottura.

Il risultato sarà un pane in cassetta croccante all’esterno e soffice all’interno e si manterrà per diversi giorni tenendolo al coperto in un sacchettino per il pane di carta o di stoffa.

IMG_05055f

IMG_0510f

IMG_0513f IMG_0516g

Devo dire che il risultato è molto buono, mi piace davvero tanto, manca solo un pizzico di sale (mannaggia!!)
E a voi, come piace prepararlo?

You Might Also Like

12 Comments

  • Reply
    {Ludica}
    29 marzo 2015 at 21:28

    Perché il pane è sempre buonissimo! *__*

  • Reply
    Una Favola in Tavola - Il Mondo di Ortolandia
    30 marzo 2015 at 7:13

    Concordo…. il pane è il re della tavola! Fantastica pagnotta !

  • Reply
    Grembiule da cucina
    30 marzo 2015 at 16:49

    Ti è venuto benissimo! Anche io lo faccio sempre un po’ insipido (mannaggia)!

  • Reply
    natadolce
    8 aprile 2015 at 16:20

    anche per me il pane è indispensabile!!!

  • Reply
    relaxingcooking
    11 aprile 2015 at 12:28

    Ma che meraviglia questo pane. A me piace molto preparare il pane in casa, ormai non lo compro quasi piu’, anche perche’ purtroppo quello che vendono qui e’ fatto quasi tutto con aggiunti di burro, strutto o olio vegetale. Per la preparazione immagino vada bene anche il lievito fresco o no?

    • Reply
      maccaronireflex
      11 aprile 2015 at 12:36

      Certo che va bene! Ovviamente al posto della busta di lievito Paneangeli!

    Rispondi

    CONSIGLIA Torta di mais
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: