Pane e Co.

Pane Azzimo

Quanta neve che è scesa oggi tra Liguria e Piemonte! Avevo paura di non riuscire a tornare a casa! E invece oggi pomeriggio sono arrivata in Alessandria, carica di valigia e piena di neve. Non vedevo l’ora di essere a casa al caldo!

Solo dopo un tè bollente mi sono rinvigorita… e mia mamma già che mi diceva “Oggi voglio cucinare! Faccio il pane!”… ed io come potevo non aggregarmi a lei?

L’idea era questa: Preparare il pane senza lievito! E così abbiamo fatto! Io ho preparato un tipo di pane, mentre mia madre un altro.
Oggi vi presento solo il mio, ma presto potrei anche scrivervi la ricetta dell’altro..chissà?

Pane Azzimo

Ricetta:

  • 500g di farina 0
  • 250g di acqua tiepida
  • sale
  • olio

IMG_7606

In una terrina mettete la farina setacciata. Aggiungete il sale, poi l’acqua tiepida, gradualmente, mescolando con una forchetta. Iniziate ad impastare energicamente, fino a formare una palla.

Mettete l’impasto a riposare per un’ora, coperto da uno straccio.

Dopo aver lasciato riposare l’impasto, createne delle palline e stendetele con il mattarello formando dei dischi abbastanza sottili.

IMG_7614
Scaldate una padella e bagnate la superficie con l’olio. Adagiatevi l’impasto steso e lasciate dorare su ambo i lati.

Più l’impasto è sottile più sarà croccante (e gonfierà facendo le bollicine :D, gnam!)

IMG_7638

Il risultato sarà all’incirca questo, semplice pane senza lievito, da gustare in ogni occasione!

E se siete curiosi… vi mostro anche il risultato finale complessivo del lavoro sia mio che di mia madre:

IMG_7633

Vedrete…vedrete… 😉

You Might Also Like

8 Comments

  • Reply
    Verena
    31 gennaio 2014 at 17:52

    Squisito pane azzimo! Brava.

  • Reply
    marconalessia (bucciadiarancia)
    2 febbraio 2014 at 15:31

    Mi è venuta voglia di impastare! Grazie! 🙂
    ps: il tuo blog è stato nominato 😉 by http://bucciadiarancia.wordpress.com/

  • Reply
    CicciPasticci
    9 febbraio 2014 at 20:39

    Buono 🙂 lo faccio spessissimo ultimamente…causa intolleranza al lievito, ahimè 🙁

    Oppure faccio quello che da me (in Lunigiana, fra Liguria e Toscana) viene chiamato “testarolo” 🙂 è molto simile ma più morbido e sottile, fatto soltanto con farina acqua e sale. Si forma una pastella piuttosto liquida che si cuoce in una padella antiaderente come una specie di crepe 🙂 in realtà andrebbe cotta fra due appositi “testi” di ghisa (per questo “testarolo”), e direttamente sul fuoco, ma io faccio la versione casalinga 😀
    Mi piace molto il tuo blog, colgo l’occasione per seguirti 😀

    • Reply
      maccaronireflex
      11 febbraio 2014 at 13:33

      Ciao! Innanzitutto ti ringrazio per il commento, mi fa molto piacere sapere che ti piaccia il mio blog 🙂

      Interessante questo “testarolo”, non l’avevo mai sentito ma sarà sicuramente buono, non voglio immaginare farcito! Un giorno provo e ti faccio sapere! 😉
      Grazie ancora e a presto!

      Francesca

  • Reply
    {Ludica}
    18 febbraio 2014 at 22:37

    Fare il pane, dopo un po’, diventa una droga! *___*
    Proverò la ricetta del pane azzimo al più presto 😀

    • Reply
      maccaronireflex
      22 febbraio 2014 at 11:34

      Grazie Ludica! Appena provi fammi sapere come ti è venuto! 😀

    Rispondi

    CONSIGLIA Polpette di tabouleh con mazzancolle e crema di pomodorini confit
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: