Secondi

Trota salmonata all’arancia

Questa sera vi propongo un piatto semplice ma delicato, agrodolce ma saporito… il titolo vi lascia dubbiosi? Spaventati? Sconvolti? Beh.. si tratta della Trota salmonata all’arancia.
Ho pensato di preparare questo pesce in modo alternativo proprio per provare qualcosa di diverso dalla classica trota salmonata con burro e salvia e.. devo dire che è stata apprezzata!

Ingredienti:

  • 3 filetti di trota salmonata
  • farina
  • olio
  • burro
  • sale
  • pepe
  • Brandy
  • Succo d’arancia

Lavate le trote salmonate e passatele nella farina, dopodiché adagiatele in padella con una noce di burro e un goccio d’olio.

Nel frattempo, spremete un’arancia, che vi servirà verso la fine..

Dopo qualche minuto, girate il pesce, salate e pepate.

A questo punto, aggiungete un bicchierino di brandy e continuate la cottura a fiamma viva.
Quando il brandy sarà evaporato, mettete il succo di un’arancia e continuate la cottura fino a quando il sughetto si sarà rappreso quasi completamente.

Terminata la cottura, io ho impiattato accompagnando il pesce con dell’insalata, servita all’interno dell’arancia svuotata.

Questo è il risultato: Immagine
Spero sia di vostro gradimento e..fatemi sapere che ne pensate!

Approfitto di questo spazio per ricordarvi di seguirmi anche su Facebook nella pagina fan: https://www.facebook.com/MaccaroniReflex?fref=ts

Vi aspetto!!

Grazie per l’attenzione e a presto con nuove e gustose ricette!

_Francy_

You Might Also Like

3 Comments

  • Reply
    Pier Carlo Luzi
    12 aprile 2013 at 21:09

    Beh dato questo piatto che in qualche modo unisce la Sicilia alla trota da fiume, ti propongo una bellissima poesia di Salvatore Quasimodo, siciliano DOC ma emigrante sempre gonfio di nostalgia.
    Di te amore m’attrista,
    mia terra, se oscuri profumi
    perde la sera d’aranci,
    o d’oleandri sereno,
    cammina con rose il torrente
    che quasi n’è tocca la foce.
    ma se torno a tue rive
    e dolce voce al canto
    chiama da strada timorosa
    non so se inerzia o amore,
    ansia d’altri cieli mi volse,
    e mi nascondo nelle perdute cose.

  • Reply
    Pier Carlo Luzi
    12 aprile 2013 at 21:16

    Ah dimenticavo, il vino….questa volta vi propongo un vino…lontano…ma notevole…”Domaine de la Janasse – Côtes du Rhône – Blanc 2010″ un viino bianco invecchiato…con un sottofondo romantico: una delle più belle storie a fumetti di Hugo Pratt, ovvero dell’inventore di Corto Maltese:”Côtes du Rhône e Rose di Piccardia”….leggetelo sorseggiando un po di questo vino stupendo…

  • Reply
    Fabiola
    26 aprile 2013 at 18:14

    Interessante questa ricetta…da provare! 😉

  • Rispondi

    CONSIGLIA Torta di mais
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: